Malattie Respiratorie

In Italia ogni anno 10 milioni di persone si ammalano di malattie polmonari,oltre 8 milioni in forma cronica e provocano 112 mila morti ogni anno. Una grande percentuale è costituita dai tumori polmonari. Nel 90% dei casi si tratta di soggetti fumatori.
 
L’andamento di queste malattie sia di tipo infettive: tubercolosi, polmoniti, sia a carattere infiammatorio: asma, bronchite cronica, sia a carattere degenerativo: neoplasie,fibrosi polmonare,è progressivo verso l’insufficienza respiratoria con peggioramento della qualità di vita.

La prevenzione quindi si rivolge verso i soggetti maggiormente “a rischio” sia genetico , sia comportamentale, sia ambientale ed è  sopattutto  rivolta verso una diagnosi precoce per individuare la neoplasia in fase iniziale, idonea a un trattamento 
chirurgico radicale con guarigione completa della malattia.

E’ necessario quindi che i soggetti ” a rischio” si rivolgano precocemente allo specialista con controllo radiografico del torace.

L’UOMO È CIÒ CHE RESPIRA
La funzione dei polmoni è quella di estrarre dall’aria l’ossigeno utilizzato da tutti gli organi del nostro corpo, per questo i polmoni sono gli organi più esposti al contatto con l’ambiente esterno. La mancanza di ossigeno nel sangue arterioso compromette la corretta funzione del nostro organismo, infatti tutti gli organi e tessuti hanno bisogno di ossigeno per un buon funzionamento, soprattutto il cuore, il cervello ed i muscoli. I polmoni, dunque, svolgono un lavoro indispensabile alla nostra vita ed al buon funzionamento di tutti i nostri organi, ma per compierlo devono filtrare ogni giorno in media circa 28.400 litri d’aria.

 
E TU QUANTO FIATO HAI?
Puoi misurarlo con un esame semplice, indolore e immediato che si chiama spirometria va eseguito stando in piedi o seduti con i piedi sul pavimento, senza costrizioni nell’abbigliamento. Seguendo le indicazioni di un operatore, il paziente respira in un boccaglio con uno stringinaso per evitare perdite d’aria che falserebbero il risultato dell’esame – prima normalmente, poi effettuando inspirazioni ed espirazioni forzate in base alle istruzioni ricevute.
 
La spirometria

aiuta il medico a identificare le persone che soffrono di una malattia respiratoria ostruttiva ( ad esempio asma o bronchite cronica o enfisema) ad uno stadio precoce misurando la funzionalità respiratoria e formulare diagnosi, stabilire la gravità della malattia approfondendo l’esame con altre misurazioni e seguire l’evoluzione nel corso del tempo.


News e Eventi